Come trovare pazienti se sei psicologo o terapeuta

Se vuoi trovare pazienti se sei psicologo o terapeuta, questa guida ti darà informazioni importanti che potrai mettere in pratica facilmente.

In passato ho fatto consulenze a terapeuti che volevano ampliare o iniziare a promuovere la loro professione. Per questo ho pensato di scrivere per te una guida che ti aiuterà a trovare più pazienti.

Di seguito ti propongo un piano in 3 step per promuovere il tuo studio e la tua attività senza necessariamente diventare esperto di marketing, spendere un patrimonio o se non hai tempo.

Il primo step è quello di individuare la tua unicità come terapeuta o psicologo. Detto in termini di marketing si chiama nicchia di mercato.

Una nicchia di mercato non è altro che il gruppo di persone che sono interessate a trovare un terapeuta e lo cercando nel web. Si tratta di persone che stanno cercando una risposta a un momento impegnativo della loro vita e lo scopo della tua promozione online, quando devi trovare pazienti se sei psicologo o terapeuta, è di farti trovare da loro nel modo più veloce possibile.

Per trovare la tua unicità e la tua nicchia di mercato dovrai essere in grado di sapere quale o quali sono gli ambiti terapeutici di cui ti occupi maggiormente.

In cosa sei differente rispetto ai tuoi colleghi? Cosa fai rispetto a loro in modo differente?

Se ti occupi prevalentemente di tematiche legate al rapporto di coppia potrebbe essere quella la tua specializzazione quando crei la tua strategia e comunicazione per promuoverti.

Come trovare pazienti se sei psicologo o terapeuta con un tuo sito.

Passo al secondo step. Decidi quale strumento usare per allargare o iniziare da zero la tua strategia di marketing.

Ti consiglio di aprire un sito dove inserirai qualche articolo e metterai informazioni su di te e come essere contattato dal potenziale paziente.

Non dovrai necessariamente diventare un blogger e ti basterà scrivere anche solo due articoli al mese.

Dovrai scrivere articoli che saranno comprensibili da chi non è un esperto. Significa che dovrai evitare ogni tecnicismo e gergo per addetti ai lavori.

Il tuo sito dovrà avere una pagina di contatto, dove inserirai un modulo dove le persone possono lasciare i loro dati.

Dovrai avere una pagina dove racconterai chi sei e in che modo puoi aiutare la tua nicchia di mercato, i tuoi potenziali pazienti. Non ti sto dicendo che ti devi trasformare in un blogger che scrive tutti i giorni, però ti assicuro che avere un sito o un blog può davvero fare una differenza strategica nella promozione online. Se vuoi approfondire questo argomento ti invito a leggere questo articolo dove tratto in maniera specifica questo aspetto.

Il terzo step è quello di attirare visitatori nel tuo sito. Dovranno essere visitatori qualificati e significa che vorrai avere lettori che sono realmente interessati a trovare uno psicologo o terapeuta e decidere di scegliere te invece che un tuo collega.

Ormai le persone usano il web anche per cercare soluzioni a difficoltà e sofferenze psicologiche.

Per effettuare queste ricerche ognuno di noi e anche i tuoi potenziali pazienti, usiamo parole specifiche. Ad esempio, potrebbero cercare qualcosa come “attacchi di panico rimedi” oppure “come superare una depressione” o ancora “come affrontare un lutto”.

Questi termini di ricerca sono detti parole chiave, in inglese keywords e sono importanti perché grazie a loro i tuoi articoli e le pagine del tuo sito diventeranno visibili nei risultati di ricerca di Google.

Accadrà che quando qualcuno farà una ricerca, ad esempio “come superare la depressione”, troverà il tuo sito e potrà decidere di leggere qualcosa che hai scritto e che potrà offrire informazioni utili.

Con il risultato che sarà quello di contattarti per concordare una prima seduta.

La promozione che usa parole chiave e visibilità su Google ha due aspetti positivi:

è una fonte di traffico a costo zero

quando hai creato un contenuto che sarà ben visibile e quindi ben posizionato, quel contenuto continuerà a generare traffico verso il tuo sito. Senza che tu debba spendere per creare inserzioni pubblicitarie che attirano traffico solo fino a che dura la campagna e la tua inserzione.

Ti propongo anche un interessante articolo di Wikipedia che parla di web marketing.

Per ricapitolare ecco cosa fare per promuovere il tuo studio o la tua attività anche se sei agli inizi:

  • Trova la tua unicità e la nicchia di mercato a cui ti rivolgerai
  • Fatti trovare grazie a un sito e blog.
  • Attira traffico di visitatori, lettori e potenziali pazienti che stanno cercando un terapeuta o uno psicologo con le tue soluzioni e le tue caratteristiche.

Ricordati di usare un linguaggio che tutti possano capire e non dimenticare di inserire un modulo per farti lasciare i loro dati e mettersi in contatto con te. Come vedi, non è necessario diventare un esperto di marketing o fare cose impegnative se vuoi trovare pazienti se sei psicologo o terapeuta.

Se hai bisogno di una guida più personalizzata, puoi richiedere una consulenza gratuita di 30 minuti con me. Ti aiuterò a creare una strategia efficace per ottenere più pazienti e aumentare i guadagni mensili.

Clicca sul link qui in basso e riempi il form dei contatti.

Prenota la tua consulenza ora

 

Il vecchio copywriting non funziona più

 Non so come la pensi ma il più delle volte non ci riesco proprio a leggere pagine di vendita troppo lunghe. Divento sempre più insofferente ai cosiddetti lenzuoloni che la tirano troppo per le lunghe.

A me piace arrivare subito al dunque, arrivare a dire le cose importanti senza stare ad annoiare le persone o farle scappare.

Farsi conoscere online da libero professionista

Spesso mi trovo a rispondere a e-mail dove mi chiedono come farsi conoscere online da libero professionista?

Se stai pensando che dovrai spendere un capitale in agenzie di marketing ti stai sbagliando di grosso. Un libero professionista che vuole acquisire più clienti ha a disposizione strumenti completamente gratuiti. Basta saperli usare nel modo giusto.

Di questi strumenti ti parlo nel punto tre di questa strategia.

Grazie alla mia esperienza di dieci anni come consulente di marketing e copywriter ho individuato i tre passi essenziali per riuscire ad avere più contatti qualificati, più clienti e un raddoppio di fatturato.

La strategia in tre passi è questa:

Contenuti

Il primo passo della strategia è il content marketing. Quale che sia il tuo ambito professionale, avrai delle informazioni che saranno utili per il tuo potenziale cliente. Ad esempio, se sei un commercialista potresti scrivere un articolo che parla di una nuova legge in materia fiscale.

Se sei un addestratore di cani puoi scrivere articoli in cui parlerai dei principali problemi educativi o di rapporto con il proprietario.

Quando scrivi un articolo in un tuo blog inizi a farti vedere in veste di esperto. La persona giusta per la soluzione di uno specifico problema o richiesta.

Il contenuto, cioè le informazioni saranno il gancio che attira il tuo potenziale cliente. Scriverai cose che a loro interessano, quando dimostri che risolverai un loro problema, gli darai il modo per sbarazzarsi di qualcosa che li disturba o preoccupa.

Funziona così, vuoi ottenere questo risultato? Il mio metodo/prodotto/servizio ti aiuterà…

In questo modo i potenziali clienti inizieranno a fidarsi di te. Si ricorderanno di te perché ogni volta che cercheranno online una cosa specifica, troveranno il tuo articolo e il tuo sito.

Autorevolezza

Per consolidare la fiducia verso di te e acquistare i tuoi prodotti o servizi devi ottenere credibilità.

Si tratta di dimostrare al potenziale cliente che le tue affermazioni sono vere. Hai dei risultati concreti da portare e ci sono persone che possono confermare questi risultati.

Potrai decidere di far raccontare una storia a un cliente soddisfatto. Racconterà cosa ha ottenuto di positivo dai tuoi prodotti o servizi e in che modo gli hai risolto un problema.

Puoi raccontare la tua storia e descriverai in che modo sei arrivato a creare un prodotto o servizio. Racconterai in che modo hai risolto problemi o esigenze dei tuoi clienti.

Potrai descrivere un caso studio.

Che si tratti di story telling, di testimonianze o altro per aumentare la tua autorevolezza devi dimostrare che hai ottenuti dei risultati.

Il senso di autorevolezza aumenta anche quando scrivi nel blog di altri colleghi o con una intervista che qualcuno ti fa. Puoi partecipare a una trasmissione radiofonica o essere ospite di una puntata di un podcast.

Traffico

Questo è il terzo step della strategia per farsi conoscere online da libero professionista. È molto importante perché anche se hai contenuti interessanti e offri soluzioni memorabili, se non attiri traffico al tuo sito o ai siti e podcast ospiti, tutto sarà stato inutile.

Per fortuna oggi si possono usare strumenti gratuiti per far crescere il traffico dei contatti qualificati.

Te ne suggerisco 6

Facebook

LinkedIn

Twitter

Instagram

Google+

YouTube

Ogni volta che pubblichi un contenuto, post nel blog, nel sito di un collega, un podcast ricordati di condividerlo nelle piattaforme e social che ti ho elencato.

Infine, per rendere davvero efficace questa strategia focalizzati su queste tre domande:

Quale è il tuo obiettivo?

Quale è il tuo target?

Quali strumenti hai deciso di usare?

Scrivi un piano strategico, scegli i contenuti che vuoi pubblicare e seleziona gli strumenti più adatti.  Questa è la strategia più efficace per farsi conoscere online da libero professionista.

 

Per approfondire l’argomento scarica il report GRATUITO in pdf

tre strategie di comunicazione persuasiva per liberi professionisti

Differenziarti dagli altri liberi professionisti

differenziarti-dagli-altri-liberi-professionistiOggi voglio parlarti di come devi differenziarti dagli altri liberi professionisti. Quando creo strategie di marketing vedo che la più grande difficoltà sta nel trovare qualcosa che differenzia un libero professionista rispetto ai suoi colleghi.

E’ un dubbio legittimo se non conosci il marketing che sia costruito su misura per il libero professionista.

Potresti pensare che se ci sono migliaia di tuoi colleghi, non è facile oppure non è possibile. E questo è un errore.

Per descriverti meglio cosa si intende per “trovare un focus” che ti differenzia dagli altri ho pensato di farti vedere un breve video.

Anche ispirata al clima natalizio della festività ormai vicina, ho pensato di farti vedere il nuovo spot del panettone Motta.

In che modo potrebbe differenziarsi un panettone? Gira e rigira sono tutti simili. Quale che sia la marca si somigliano tutti.

E allora?

Ebbene, la Motta ha preparato uno spot dove si rivolge a un consumatore che guarda con un certo senso di perplessità e zero interesse per i cibi a base di bacche di goji, tofu e altri ingredienti cari al mondo vegano.

A parte la polemica in cui non voglio minimamente entrare.

Si tratta di un posizionamento fantastico. Esprime più o meno il concetto secondo cui se ti stanno sulle scatole i cibi vegani fatti con ingredienti che faresti pure fatica a scrivere, allora compra il nostro panettone. Fatto secondo gli ingredienti tradizionali di una volta.

Se ti stanno sulle scatole le preparazioni alimentari vegane, finisci per simpatizzare per il panettone Motta. E magari lo compri quando vai al supermercato.

Per un vegano che si arrabbia c’è un tradizionalista che se la ride sotto i baffi. E la Motta ha ragione. C’ una importante fetta di mercato che non ha simpatia per tutti quegli ingredienti strani che ora si vedono in giro.

Questo è un posizionamento e un focus.

Ora guardati il video. Che tu sia vegano o no, lo scopo è di darti uno spunto per iniziare a trovare il tuo focus per la tua attività di libero professionista.

Buona visione!

Se ti interessa sapere come creare una comunicazione persuasiva efficace clicca qui e scarica il Report gratuito

Libero professionista come ottenere più clienti online

away-1019911_1280Oggi voglio offrirti una guida pratica che ti illustrerà i tre pilastri che chiariscono a un libero professionista come ottenere più clienti online.

I tre pilastri irrinunciabili hanno obbligatoriamente questi tre aspetti:

Strategico

Operativo

Persuasione

Per ottenere dei risultati è necessario svilupparli tutti e tre.

Spesso, troppo spesso vedo in giro siti web che non vanno da nessuna parte. Non parlano a nessuno oppure non riescono a tenere traccia dei visitatori.

Vedo che spesso si utilizzano strumenti utili, come il Blog, la pagina Facebook o il profilo Linkedin.

Troppo spesso non si riesce a creare una interazione fra questi strumenti.

Sarebbe come darsi tanto da fare per costruire una nuova rotonda che non ha nessuna uscita.

E’ una cosa pazzesca!

Il terzo passo falso che vedo fare è di strutturare una qualche strategia online. Dotarsi di tanti strumenti e poi non riuscire a creare una comunicazione e scrittura persuasiva che dia un senso a quegli strumenti.

Ti faccio un esempio pratico. Hai il blog e la pagina fan su Facebook. Un potenziale lettore e cliente ti contatta sulla tua pagina Facebook e tu invece che rimandarlo a un link al tuo blog gli lasci il tuo numero di cellulare.

Ecco, questo rende del tutto inutile il lavoro che dovrebbe fare la tua strategia per trovare più clienti online.

Quando ti chiedono maggiori informazioni, rimandali a una pagina del tuo blog dove possono trovare un modulo da cui iscriversi per avere le informazioni che desiderano.

Dai una prima uscita a quella rotonda.

Hai un servizio e hai in mente a chi lo vuoi proporre. Benissimo.

Non perdere traccia di chi interagisce con te sul blog o sui social network. Portali sempre a un modulo dove ti lasciano la loro email. In questo modo non li perderai di vista. Non gli darai la possibilità di telefonarti per richiederti delle prestazioni gratuite.

Se hai deciso di utilizzare più strumenti di presenza online falli parlare fra di loro. Mettili in comunicazione. E fai in modo di creare una lista dei contatti, da qualunque parte arrivino. Rimandali sempre a un modulo per avere la loro email.

Ovviamente in cambio di informazioni che siano utili per loro.

Il pilastro operativo però non basta.

Puoi avere un sito graficamente eccezionale. Puoi usare tutti i social che il web ha inventato. Puoi anche creare inserzioni Facebook al ritmo di uno al giorno.

Però se poi non sai essere persuasivo hai buttato tempo e soldi nella pattumiera.

Avere un ottimo servizio e una miriade di strumenti non ti basterà.

Dovrai essere persuasivo. Dovrai inserire in ognuno degli strumenti che usi, una comunicazione e scrittura persuasiva.

La scrittura persuasiva che ti permette, ad esempio, di controbattere anche al più scettico dei tuoi potenziali clienti.

Apri un sito fatto bene, poi scegli gli strumenti che vuoi. Poi però mettici dei contenuti persuasivi altrimenti avrai costruito una rotonda senza uscite. Se userai una comunicazione persuasiva riuscirai a:

chiudere la bocca al più scettico dei tuoi potenziali clienti

conquistare la fiducia di chi ti legge che vorrà acquistare qualsiasi cosa gli offrirai

smetterla di abbassare il prezzo dei tuoi servizi e consulenze facendo capire che non possono fare a meno di quello che proponi. Altrimenti saranno rovinati.

entrare nella testa del tuo potenziale cliente e portarlo a fare quello che vuoi tu. Più e più volte.

Se vuoi approfondire le tecniche di comunicazione e scrittura persuasiva clicca qui e scarica il Report gratuito.

Alla prossima!

Rita